logo del sito

persone | sedi | didattica | onLine | mappa

continuità

Continuità

L’attività di continuità educativa e didattica tra la scuola dell’infanzia e la scuola primaria del I Circolo Didattico coinvolge i bambini frequentanti l’ultimo anno di scuola dell’infanzia e i bambini delle classi prime.
L’attività prevede l’allestimento di laboratori scientifici e linguistici aventi come sfondo la fiaba.
Per il laboratorio scientifico-multimediale si è scelto di lavorare attraverso la fiaba di Peter Pan per esplorare e conoscere l’ambiente marino; Cappuccetto Rosso per conoscere l’ambiente del bosco; il Brutto Anatroccolo, che ci condurrà nel mondo dello stagno ed infine Hansel e Gretel, che ci porteranno in montagna.
Il laboratorio linguistico si attiverà prendendo spunto dalle fiabe di Raperonzolo, il mito di Hercules e Alla fiera dell’Est….
Le insegnanti dei due ordini di scuola attiveranno i laboratori sopra indicati.

ATTIVITA’
Le attività partono dalla lettura della fiaba scelta, dopodichè si opera attraverso:

labirintoSi sono concordati i seguenti incontri, così calendarizzati:
. 20 febbraio = scuola infanzia/Guerrazzi- scuola primaria: gruppi A_B_C_: labor.

Linguistico;
. 06 marzo = scuola infanzia/S.Rocco- scuola primaria: gruppi A_B_C_: labor. Scient./linguistico;
. 27 marzo = scuola infanzia/S.Stefano/Madonna delle Grazie- scuola primaria: labor.ling./scient.;
. 03 aprile = scuola infanzia/Del vecchio-scuola primaria: labor. Linguistico/scientifico;
. 15 maggio= uscita didattica alla Cerreta di Padula tra scuola/infanzia e scuola/primaria

Le insegnanti coinvolte nel progetto sono:

icaroper la Scuola Primaria

. Avagliano Rosaria
. Colucci Concetta
. Durante Angela

Per la scuola dell’ Infanzia
 
. Bovienzo Filomena
. Gargano Grazia
. Mastandrea Grazia
. Melillo Maria Francesca
. Reda Maria Giovanna
. Sollitto Maria Rosaria

il principe e la principessaCoordinano il progetto le insegnanti Gasaro Michelina, per la scuola dell’infanzia e Casale Matilde per la scuola primaria.

Laboratorio linguistico realizzato dai bambini di 5 anni della scuola dell'infanzia e dagli alunni del monoennio della scuola primaria, sez. A- B-C
Responsabili progetto: GASARO MICHELINA
CASALE MATILDE
Docenti incaricati: AVAGLIANO ROSARIA (Refer)
COLUCCI CONCETTA
VERTUCCI LUISIANA (L2)

il cavaliereUna collana di libri, di racconti, di giochi per bambini, pensata per i più piccoli, per chi non sa ancora leggere e per chi sta iniziando a farlo.
Percorso di lavoro realizzato con lo scopo di far nascere il desiderio di imparare a leggere e continuare a farlo nel tempo.
"Volare……"vuole essere una proposta attenta ai reali bisogni dell’infanzia, un laboratorio facilitatore, motivante e, non ultimo, emozionante!
Storie brevi, allegre, scritte e illustrate da alcuni tra i migliori autori del panorama editoriale per bambini.
Percorso realizzato con fiabe, letture, giochi, musiche, canzoni

FASI
 
orso1^ ESPERIENZA DI APPRENDIMENTO: "ALLA FIERA DELL’EST"canzone di A.Branduardi (Comunicare con i suoni e con i gesti.)

2^ESPERIENZA DI APPRENDIMENTO : HERCULES- RAPERONZOLO
Dall’ascolto alla descrizione del racconto.).

 

3^ESPERIENZA DI APPRENDIMENTO:
(Giocare con i testi e cambiare una storia.)

Alla Fiera dell’Est

I bambini dopo aver imparato a cantare la canzone di Angelo Branduardi "Alla Fiera dell’Est" mimano e realizzano i personaggi della canzone.
Rappresentiamo alla lavagna e sui fogli la struttura della canzone "Alla Fiera dell’Est" disegnando cerchi concentrici; in palestra, attraverso il movimento, la  rielaborazione prosegue giocando con i nastri di diversi colori.

 

Es. Alla Fiera dell’Est, per….(primo cerchio grande).
E venne il gatto che si ….(secondo cerchio dentro al primo) e così via.

GIOCO DI MIMICA “Quale personaggio è?”.
 
REGOLE DEL GIOCO.                      

il castelloI gioco
 
 Un bambino pensa ad un personaggio del testo della canzone "Alla Fiera dell’Est".

Comunica il personaggio sottovoce all’insegnante, poi si pone davanti ai compagni e cerca di rappresentare il personaggio con la mimica.
Chi indovina, esce a sua volta.
 
II gioco
 
streghinaUn gioco che stimola i bambini alla comprensione della comunicazione orale è quello dei comandi complessi.
Questo gioco, che si può fare in palestra o all’aperto, stimola l’attenzione e la memorizzazione di una serie di istruzioni,migliora l’orientamento spaziale e la capacità di definire verbalmente la posizione di un personaggio o di un oggetto.

Meglio se il gioco sarà condotto come una caccia a…, predisponendo in luoghi specifici alcuni personaggi e oggetti.
I bambini formano gruppi di quattro unità.
Ogni gruppo a turno rappresenterà la storia del testo "Alla Fiera dell’Est", con le marionette o maschere costruiti in precedenza.
Ciascuno prenderà la marionetta che gli compete.
La rappresentazione potrà cominciare: gli interpreti faranno dialogare i loro personaggi, cercando di ricostruire la storia.

extraterrestrePer stimolare i bambini a prestare attenzione a tutte le rappresentazioni, si potrà farli giocare a rincorrere i personaggi indicati.
E venne un gatto che……. mangiò il topo, e così via.
 
Il giorno 20 febbraio 2006,alle ore 14,30,all’interno della palestra della scuola elementare di Sala Consilina si è tenuto l’incontro con le scuole dell’infanzia del plesso di via Guerrazzi e Del Vecchio. Hanno contribuito alla realizzazione dei giochi le insegnanti Avagliano Rosaria, Colucci Concetta e Vertucci Luisiana, con la collaborazione di Sollitto Maria Rosaria e Gargano Grazia. Hanno, inoltre, verbalizzato e immortalato questi momenti di laboratorio ludico-linguistico le insegnanti Casale Matilde e Gasaro Michela

La storia delle storie

il castelloAbbiamo immaginato un fiume che non fa scorrere acqua ma parole.
Un fiume che va verso il mare trasportando parole che aumentano pian piano fino a diventare delle piccole storie…..
Gli alunni hanno realizzato il lavoro con immagini di personaggi fiabeschi, disegnati, colorati e ritagliati da essi stessi.

Con l’aiuto delle insegnanti hanno ritagliato parole e frasi, per poi ricostruire il testo lungo un fiume…di parole…., che divenivano infine, a sorpresa, delle piccole storie.

GIOCHI PER LA CREAZIONE DI FIABE

I gioco

Una serie di carte disegnate potrà essere utile per l’invenzione di storie da parte dei bambini.
Le carte vengono riprodotte su cartoncini e ogni bambino ne pesca una o due da ciascun mazzetto o scatola, poi in base alle carte che ha avuto in sorte inventa oralmente una storia.
I mazzetti contengono rispettivamente:
carte-personaggi, carte-luogo e carte-azione o evento.

II gioco

Leggiamo ai bambini dei racconti, poi diamo loro la scheda.
I bambini descrivono le immagini, poi le colorano, e le ritagliano.
Su un cartellone gia predisposto, giocheranno a riordinare la storia e a mettere le frasi o le didascalie sotto ai disegni.
Vince il gruppo di bambini che riesce a ricostruire la storia.

INDOVINAINDOVINELLO?

Abbiamo proposto nel laboratorio linguistico il gioco degli indovinelli perché, oltre a esercitare la memoria e la prontezza dei bambini, permette un’analisi divertente e stimolante delle fiabe.
Fiabe utilizzate: Pinocchio, Pollicino,
Raperonzolo, Ercole, La sirenetta, Il gatto con gli stivali, I sette nani, Hansel e Gretel, Cenerentola, Cappuccetto rosso, Peter Pan , I sette nani.

Disegni e attività realizzati dai bambini

A proposito di questo sito | Privacy Policy | Contatti | copyright ©2007 Primo Circolo Didattico |

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una Creative Commons License
Tutti i marchi e i loghi utilizzati sono di proprietà dei rispettivi proprietari

Web authoring ddprimo@gmail,com